Home   Forum Sesso
Forum Sesso
  sesso
  Forum a tema libero sul sesso

  Impotenza (molto) post operatoria

 

Ricerca  Connessione Connessione Rispondere Creare una discussione
 


 Parola:   nick:  
 
Fine della pagina
Autore Discussione :

Impotenza (molto) post operatoria

n°795
Datura
Inviato il 09-11-2015 alle 19:36:51  profilanswer
 

Buona sera a tutti, mi sono iscritta qui sperando più nel consiglio di un esperto che non semplicemente di utenti che potrebbero avere una conoscenza minima e di parte del problema.
Il mio compagno ha 61 anni e non ha mai sofferto di impotenza. Funzionava a dovere e senza l'uso di medicinali, infatti non stava eretto tutto il tempo, ma l'erezione seguiva le varie fasi della nostra eccitazione.
Quest'estate ha subito un intervento al cuore piuttosto delicato, doveva essere eseguito per prevenire ulteriori problemi, ma in pratica in sala operatoria lo hanno preso per i capelli perché la situazione del suo cuore era degenerata repentinamente.
 
Ha sicuramente avuto episodi di non accettazione della nuova cicatrice, delle iniziali condizioni di salute che lo trovavano particolarmente affaticato.
 
A distanza di due mesi era moderatamente pimpante ed abbiamo iniziato con molta calma e delicatezza a riprendere i nostri spazi nella sessualità come coppia .
 
Purtroppo non riesce a raggiungere l'erezione o a mantenerla per più di qualche minuto rendendo pressoché impossible la penetrazione.
Non era il fulcro della nostra sessualità (siamo una coppia con sessualità non canonica) ma ci faceva sentire molto uniti avere la possibilità di condividere anche questo aspetto.
 
Lui , nonostante Non abbia la prorompente esigenza di raggiungere l'orgasmo, si sente poco virile ed attraente perché non riesce ad avere un'erezione soddisfacente per me, per noi, e duratura (mezz'oretta eh) come prima.
Per me non era un problema, ma lo sta diventando perché non lo vedo soddisfatto come prima.
Ha chiesto al cardiologo che però sembra aver sottovalutato quanto questa impotenza lo renda insoddisfatto.
Pare dipenda dal l'assestamento del corpo dopo l'intervento e dalle interazioni di alcuni farmaci che prende.
Da parte mia non faccio pressioni, la nostra sessualità non è focalizzata sulla semplice penetrazione, ma mi piange il cuore a vederlo così e non vorrei che una condizione (che potrebbe essere momentanea o non definitiva) lo facesse cadere in depressione.
Sapendo che non può utilizzare farmaci per aiutare l'erezione, mi domandavo se potesse esserci qualche rimedio ,omeopatico o di altra natura, che non influisca con le medicine e la sua attuale condizione di operato al cuore, ma che possa anche solo saltuariamente fargli prendere turgore ed allontanare i pensieri negativi che l'impotenza gli suggerisce.
 
Grazie mille.
Datura.

(Pubblicità)
n°808
Vale016
Inviato il 03-02-2016 alle 14:18:38  profilanswer
 

Non vorrei offenderla ma il problema può essere legata con età, ache se per molti è encora una età giovane. Consultatevi con un medico qualificato o altro modo è provare farmaci alternativi: http://www.europe-pharm.com/it/

n°814
DottorLuca​Iannotta
Inviato il 06-03-2016 alle 19:14:39  profilanswer
 

Gentilissima Sig.ra Datura,
Le rispondo da esperto in materia, essendo un urologo/andrologo, ed occupandomi di queste problematiche.
Capisco quanto sia importante per la qualità di vita di una coppia, la sessualità. A volte, la possibilità di raggiungere e/o mantenere erezioni può essere minata da varie problematiche: interventi chirurgici, farmaci, squilibri pressori, metabolici, ormonali, ecc... a tutto ciò si aggiunge in maniera importante anche la componente psicologica che non fa altro che mandare in tilt un meccanismo che dovrebbe essere automatico, creando un circolo vizioso di controllo e di ansia.
E' vero, esistono delle controindicazioni assolute per l'assunzione di farmaci per l'erezione appartenenti ad una classe (chiamata i5PDE), della quale fanno parte sildenafil, tadalafil, vardenafil e avanafil... una controindicazione è data dal fatto che essendo dei vasodilatatori, se associati ad altri vasodilatatori come i nitrati (tipo i cerotti antianginosi) possono risultare molto pericolosi.
Esistono però, da poco tempo, dei farmaci locali, che prima si applicavano solo sotto forma di iniezione... adesso possono essere applicati molto semplicemente inserendo un po' di gel all'interno del meato uretrale, riducendo i possibili effetti collaterali ad un piccolo e raro bruciorino locale...
Ovviamente sono dei farmaci che devono essere prescritti dall'andrologo, dopo una corretta valutazione dello stato generale e della situazione soggettiva e dopo aver escluso componenti organiche associate.
A tutto ciò consiglio sempre di abbinare un supporto psicosessuologico per poter riscoprire, insieme ed appieno la propria felice sessualità.

 

Cordiali saluti

 

Dott. Luca Iannotta
www.andrologourologo.it


Messaggio modificato da DottorLucaIannotta il 06-03-2016 alle 19:16:30
n°906
baldovinop​rieto
Inviato il 12-01-2017 alle 21:03:28  profilanswer
 

Benvenuto nella nostra farmacia virtuale senza ricetta - prodotti di alta qualità ad un prezzo imbattibile: se cerchi il meglio sei nel posto giusto https://www.farmaciasalute.com/


Vai a:
Aggiungi una risposta
  sesso
  Forum a tema libero sul sesso

  Impotenza (molto) post operatoria

 

Discussioni relative
Varie discussioni relative a : Impotenza (molto) post operatoria

Newsletter

Test consigliato

Ti tradisce?

Test coppia

Ti tradisce?