Home   Forum Sesso
Forum Sesso
 

Ricerca  Connessione Connessione Rispondere Creare una discussione
 


Ultima risposta
Discussione : Una nuova verginità può dare al proprio uomo una felicità mai provata?
DocIsola Buonasera,
ho appena letto il suo racconto sulla "prima volta" e mi dispiace che lei abbia vissuto una esperienza così traumatica.
Capisco bene quanto suo marito sia rimasto colpito dal suo racconto e dal senso di impotenza di non averle potuto evitare quella esperienza precedente al vostro incontro.
Spesso in terapia mi capita di trovare in fase anamnestica situazioni traumatiche come quella che lei descrive, dove a distanza di anni quella esperienza rimane registrata a livello sensoriale ed emotivo.
Io le consiglio di lavorare con un approccio Emdr su quel trauma, questo potrebbe veramente aiutarla. Se vuole mi scriva anche la sua città e le potrò consigliare un terapeuta Emdr valido.
Mi preoccupa la sua idea di ricorrere all'imenoplastica, credo che questo potrebbe crearle delle attivazioni e temo non la farebbe uscire dal ricordo traumatico.

La tua risposta
Login    Per inviare un messaggio, devi essere iscritto a questo forum ... se ancora non lo sei, clicca qui!
Il tono del tuo messaggio                        
                       
La tua risposta


[b][i][u][strike][spoiler][fixed][cpp][url][email][img][flash]Inserisci il codice di un video[*]   
 
   [quote]
 

Opzioni

 
Hai perso la password?


Anteprima della discussione
DocIsola Buonasera,
ho appena letto il suo racconto sulla "prima volta" e mi dispiace che lei abbia vissuto una esperienza così traumatica.
Capisco bene quanto suo marito sia rimasto colpito dal suo racconto e dal senso di impotenza di non averle potuto evitare quella esperienza precedente al vostro incontro.
Spesso in terapia mi capita di trovare in fase anamnestica situazioni traumatiche come quella che lei descrive, dove a distanza di anni quella esperienza rimane registrata a livello sensoriale ed emotivo.
Io le consiglio di lavorare con un approccio Emdr su quel trauma, questo potrebbe veramente aiutarla. Se vuole mi scriva anche la sua città e le potrò consigliare un terapeuta Emdr valido.
Mi preoccupa la sua idea di ricorrere all'imenoplastica, credo che questo potrebbe crearle delle attivazioni e temo non la farebbe uscire dal ricordo traumatico.
tristetriste Buonasera, questo è il mio primo post in questo gruppo. Scrivo perchè ho bisogno di un parere spassionato su un argomento che riguarda me e mio marito...e il nostro passato. Vi racconto brevemente come si sono svolti i fatti. Nel 2001 io ero fidanzata con un ragazzo col quale ho avuto una storia di circa 3 anni ...non fatevi ingannare dalla lunghezza della storia perchè in sè è stata un disastro a partire dalla mia prima volta ...[è stata un disastro totale...nel senso che non ero preparata, ero tesa, lui non ha fatto nulla per mettermi a mio agio, nessun preliminare, ho subito una penetrazione brusca ed irruenta, un colpo secco che mi ha causato un'emorragia, il rapporto è durato pochi secondi perchè la quantità di sangue è stata talmente abbondante che sono dovuta correre in bagno. ho passato la notte in bianco a piangere in bagno e a cercare di fermare il sangue che non la smetteva di uscire. Durante tutto questo il mio "ragazzo" ha pensato bene di fumarsi una sigaretta e mettersi a dormire come se nulla fosse accaduto. Non ha pensato minimamente di dire una parola di conforto, di dare un bacio, una carezza, un abbraccio alla sua ragazza che piangeva in bagno disperata. E la mattina dopo con non so quale faccia tosta ha detto pure che voleva rifarlo perché la sera non era stato soddisfatto, poi ha chiesto se volessi fare una foto ricordo al letto insanguinato, e il giorno dopo mi ha detto che non mi ero impegnata abbastanza.. Quando ho raccontato queste cose a mio marito lui si è addolorato davvero tanto e mi ha detto che avrebbe voluto esserci lui al posto suo, che mi avrebbe dato tutto l'amore, il conforto e la dolcezza che mi sono mancate quella sera. Tutto da qui è nato in me quel desiderio di rivivere una vera prima volta, e dimenticare quella squallida che ho vissuto]. Nel 2005 ho conosciuto mio marito (a marzo) e dopo pochi mesi siamo andati a convivere...io ero pazza di lui (e lo sono tuttora). Durante questi 12 anni nessuno dei due aveva toccato l'argomento "passato"...finchè a gennaio di quest'anno lui ha iniziato a farmi domande sui miei trascorsi... e automaticamente io sui suoi (nemmeno lui era vergine quando ci siamo conosciuti). Per farvela breve è venuto fuori che in tutti questi anni ha sempre provato una grandissima sofferenza dal momento che la mia verginità è , purtroppo, andata alla persona sbagliata...e nemmeno ora che ormai di anni ne abbiamo 36 ( e abbiamo anche costruito una famiglia) quest'idea non gli da pace...io sono mortificata di questa cosa, tanto più che quei 3 anni in cui sono stata con quella persona sono stati miseramente sprecati( il sesso era praticamente disastroso, non ero mai rilassata, a mio agio...). Ora dopo 3 mesi passati a parlare della cosa, avendo capito che mio marito prova più di un semplice rammarico sono arrivata ad una decisione che lui non approva del tutto. Vorrei ricorrere ad una imenoplastica per 3 motivi: 1) vorrei che lui provasse la sensazione di stare con una donna vergine visto che così non è mai stato; 2) io potrei avere la mia prima vera volta visto che non l'ho praticamente mai avuta...e potrei averla con la persona che amo con tutta me stessa; 3) sicuramente la nostra vita di coppia ne uscirebbe rafforzata perchè avremmo qualcosa di unico e grande da condividere.Tengo a precisare che mio marito sta male principalmente perchè gli ho raccontato alcuni particolari della mia prima volta che sono stati molto cruenti. Quello che vi chiedo ora è un giudizio disincantato, senza lanciare insulti e offese gratuite...come mi è già capitato in un altro forum. Semplicemente mettetevi nei miei panni e ditemi la vostra opinione. Grazie a chiunque perderà due minuti per rispondermi.
Newsletter

Test consigliato

Ti tradisce?

Test coppia

Ti tradisce?